martedì 14 maggio 2013

Una panchina al sole e il mio Tofu Burger: Il McVegPichino

Se un pò conoscete La Pichina, saprete che non ama particolarmente (direi per niente) quelle catene di distribuzione di fast food..
Ho studiato con curiosità l'entusiasmo di chi ci pranza con gioia: lo so per tanti è divertente, gustoso, goloso, le proposte sono accattivanti, i prezzi stracciati, l'ambiente amichevole e informale, le proposte nuove si avvicendano quasi tutte le settimane e si presenta come una trasgressione al quotidiano piatto di pasta, così che inzuppare i polpastrelli in un finto panino con doppio hamburger di natura misteriosa ma sufficientemente saporita e soddisfacente, immerso in salse cremose abbondanti dai gusti indefiniti ma accattivanti e completato da due inutili foglie di insalata e pomodori per garantirne anche la completezza e salubrità, diventa un piacere, pur non sapendo cosa stiamo addentando!
Bene oggi mi sono svegliata con la voglia di un cibo di strada da incartare con carta gialla e mangiare a morsi nel primo parco a me vicino e allontanando l'idea di cibo spazzatura, me lo sono preparato: dal pane all'hamburger!



Per i Panini:
300 gr Farina di Kamut
1 pizzico di curcuma
120 gr di latte di soia (o riso – si può allungare con acqua se necessario al momento in cui si impasterà)
2 cucchiai Olio Evo
1 cucchiaino Malto di Mais
Sale qb
Poco Lievito di Birra
Ho fatto la fontana con la farina e ci ho versato dentro il lievito prima sciolto in poca acqua e latte di soia appena tiepdo e malto di mais, piano piano ho aggiunto il restante liquido, l’olio e il sale. Ho formato la palla con la pasta coperta e ho lasciato lievitare un paio di ore.
Passato questo tempo ho diviso l’impasto il palline che ho lasciato un’altra mezzora coperte a lievitare. quidni ho spennellato con acqua e malto di mais e ho cosparso di semi di sesamo, così sono pronti per essere infornati.
Il forno deve essere caldo a 180 gradi. Per garantire la morbidezza finale ai panini ho scelto la cottura a vapore, ovvero ho messo in forno (nel ripiano più basso) una bacinella (adatta al forno!) riempita con acqua per 3/4, che ho coperto e vi ho adagiato sopra i panini.
A questo punto ho fatto uno sciroppo di malto di mais e acqua mettendo i due liquidi a bollire piano piano per qualche minuto: una volta sfornati i panini dopo 45/50 min li ho spennellati con questa miscela che risulterà collosa e servirà per dare lucentezza e consistenza.

Per L'Hamburger:
Seitan 125 gr
1 carota
1/4 cipolla rossa
50 gr farina di mais
1 mollica di pane bagnata in latte di soia
1pizzico di paprika
sale e olio evo qb

ho tritato al coltello ma abbastanza fine il seitan, lessato una carota insieme a un quarto di cipolla bianca e quidni ho fatto a pezzetti anche questa, ho mescolato gli ingredienti, ho aggiunto farina di mais, un pizzico di paprika, sale e una mollica di pane appena bagnata in latte di soia, un filo di olio e ho lasciato risposare il composto in frigo per una mezzoretta.
A questo punto ho ripreso l’impasto gli ho dato la forma e ho messo a cuocere in padella insieme a olio evo caldo, ho rosolato bene e poi ho messo ad asciugare su carta assorbente.
A questo punto ho tagliato il panino a metà, ho messo l'hamburger, una foglia di vera inslata, piccoli e succosi pomodorini a grappolo ho chiuso bene et voilà!

Cara panchina fatti trovare libera perché tra poco ho un appuntamento importante con il mio McVegPichino!


3 commenti:

  1. Semplicemente godurioso questo McVEGPichino!

    RispondiElimina
  2. E'vero Francesca, un vero street food da leccarsi i baffi!!!

    RispondiElimina