mercoledì 19 giugno 2013

Il mare da piccina era il mare più bello del mondo e anche il più buono: La Piadina!

Tra i miei ricordi più vivi e più felici c'è sicuramente il mese di mare che facevo con i miei genitori e mia sorella a Pinarella, un posto da famiglie, tranquillissimo, ma con quell'odore di pineta inconfondibile, quella piazza con il solito stand di libri, la spiaggia attrezzata e la frutta caramellata che portava la signora in bicicletta e che annunciava suonando il campanello. Ci sono tornata a distanza di anni e mi sono sentita a casa, rassicurata, felice come tanti anni fa. Abbracciata da quell'accoglienza, coccolata dal sole sulla spiaggia piena di chioccioline, gli anni in più sulle spalle, la mancanza di qualcuno di speciale eppure quella sensazione che il tempo non fosse passato, il rientrare in quei ritmi rilassati del babbo e della mamma, che avevano atteso quel mese di agosto e con la macchina carica di bagagli desideravano solo rilassarsi e stare con noi, senza orologi, senza tempo. Ringrazio quel posto che ci ha fatto da cornice, che mi aiuta adesso a riaccendere nel cuore fotografie dei nostri sorrisi, dei primi giochi con la sabbia, degli abbracci sotto al sole, dei giri sui cavallini a gettoni, la sera dopo cena. Ringrazio quel profumo di estate, che ritrovo solo lì e che mi aiuta a pensare che certe persone e certi pezzi di vita non se ne andranno mai da me.
Oggi avevo voglia di essere lì e ho provato a fare la mia versione della Piadina, con Hummus di Lenticchie Rosse e Pomodoro Fresco, è stata proprio una buona idea!
Io l'ho fatta così:
Per la Piadina, ho impastato 500 gr di farina 0, con 50 gr di latte di soia, ho aggiunto 50 gr di olio evo, un cucchiaino di sale integrale di Cervia e acqua necessaria per avere un impasto elastico e che si stacca bene dalle mani. Ho messo in frigo a riposare per una oretta, poi ho steso ed ho cotto le piadine in una padella antiaderente ben calda.
Per L'Hummus di Lenticchie Rosse: non hanno bisogno di ammollo, quindi ho lavato sotto acqua corrente una tazzina da caffè di lenticchie che ho messo nel doppio di acqua fredda (due tazzine) con un pizzico di sale. Ho lasciato che assorbissero tutta l'acqua, a quel punto dovrebbero essere cotte. Ci ho aggiunto un cucchiaino di curry, olio evo e ho schiacciato con una forchetta (mi piace se resta qualche lenticchia intera). Ho messo un paio di cucchiai dentro la piadina e due fette di pomodoro, gli ultimi dell'orto di casa, per dare freschezza. Ho arrotolato chiuso gli occhi e GNAM!
Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Salutiamoci che questo mese è ospitato da Il Mondo di Cì.

3 commenti:

  1. Bellissimi ricordi....

    RispondiElimina
  2. Bei ricordi, questo è proprio un confort food! :)
    Carissima, ti devo chiedere di fare alcune precisazioni per ammettere la tua ricetta, in aderenza alle regole del gioco, che propone la sfida di usare SOLO gli ingredienti presenti in questa tabella nella colonna numero tre, al massimo uno della seconda, e nessuno della prima: http://www.scribd.com/doc/126193620/la-tabella-ingredienti-salutiamoci

    In particolare:
    farina: di che tipo?
    latte: di che tipo (dovresti indicarlo in modo preciso che è SOLO vegetale ai fini della partecipazione);
    sale => specificare che è integrale;
    Se vuoi lasciare il pomodoro fresco, che andrebbe indicato come bio o di produttori locali conosciuti, te la posso inserire nelle ricette "fuori stagione".

    Grazie e ciao! :)

    RispondiElimina
  3. Perfetto! Ti ringrazio molto per aver capito lo spirito di Salutiamoci e aver aggiunto le precisazioni che il regolamento richiede e che invitano chi ci legge a scegliere con cura gli ingredienti delle ricette! :)

    ps: il captha ha valutato di toglierlo? :)

    RispondiElimina